WHAAM! (per completare la mia prima volta)

Viaggi 2.412 Commenti »

 

I PRESSED THE FIRE CONTROL… AND AHEAD OF ME ROCKETS BLAZED THROUGH THE SKY…

Whaam!!!!

Eccola l’immagine, una per tutte, prorompente!!!

Sopra un’opera di Roy Lichtenstein del 1963, WHAAM!  La si può ammirare alla Tate Modern naturalmente.

 

 Tate

la Tate (ex-Bankside Power Station) vista dal Millennium Bridge. 

 

 turbine hall

ex-Turbine Hall, immenso atrio della Tate.

P.S. : da casa con calma ce l’ho fatta, le immagini e pure un po’ d’ordine…    :-)

 

A PROPOSITO DI CENTRALI ELETTRICHE A LONDRA…

Battersea-power-station-006

Questa è un’altra storia.

La Battersea Power Station (progettata dallo stesso architetto della Bankside)  è situata sempre lungo il Tamigi  non molto distante dalla Bankside ( in linea d’aria circa 5 km.) Anch’essa dismessa (chiusa nel 1983) e non visitabile almeno per il momento, nonostante sia, nel suo genere, l’edificio in mattoni rossi più grande d’Europa, notevole per le sue decorazioni interne Art Déco. La inserisco come curiosità, l’idea me l’ha data un collega che avendo letto su “la mia prima volta” della Bankside Power Station  mi ha raccontato di quando per caso vide invece la Battersea dalla finestra della sua camera d’albergo durante un viaggio a Londra qualche anno fa… 

Immagino che pure a qualcuno di voi (magari un po’ più esperto di musica Pop Rock ecc. ecc.) questa foto ricordi qualcosa… certamente, è proprio lei, quella immortalata sulla copertina del CD dei Pink Floyd “Animals” (1977)!  Ma non è tutto,  appare pure nel film dei Beatles” Help!” (1965)  e recentemente è ricomparsa nel video del brano musicale dei Take That  “The Flood” (2010).

FORFORA E LIBERTA’

Argomenti vari 350 Commenti »

Che si possa fornicare e commettere atti impuri nelle nostre case,  senza che nessuno abbia qualcosa da dire è ovvio e indiscutibile. Ciò  attiene ai principi fondamentali delle libertà personali di chi lascia agli altri il rimorso di aver compiuto peccato.

Che un magistrato femmina abbia baciato un uomo lottatore continuo nel 1982 è come dire che Gesù si sia fatto baciare da Giuda o che un anziano Capo di Governo ami svagarsi in compagnia di giovani fanciulle.

A casa sua ognuno è libero di baciare e accompagnarsi  con chi vuole. Io, per esempio mi bacio spesso, solo a casa mia ovviamente,  la punta del gomito sinistro per amore dell’impossibile.

Mi pare che su quanto esposto finora dovremmo essere tutti d’accordo e trovare quantomeno surreale tutta la cagnara che si è scatenata per quattro tette e qualche culo che hanno fatto rilassare il nostro premier.

Dirò di più.

Se dimostrazione evidente della inconsistenza  che caratterizza  l’opposizione tutta,  quella seduta al Parlamento Italiano , dovesse essere pronunciata,  si potrebbe cominciare dalla assoluta mancanza di fantasia che la contraddistingue. Potrebbe, per esempio, proporre una legge che depenalizzi il reato di prostituzione, anzi dovrebbe suggerire dei provvedimenti legislativi per favorirla, incentivarla per renderla un’attività che  faccia da volano al superamento della grave crisi economica che ci attanaglia.

Perché lasciare ad un povero impiegato della Cassa Rurale Artigiana e Cattolica di Ponzilovo,  come il sottoscritto,  la fatica di andarsi a cercare quello che non va veramente, ciò che non dovrebbe essere accettato da ogni cittadino italiano che non consideri la libertà e la forfora la stessa cosa?  C’è chi ce l’ha e chi no!

Ho poco tempo, farò presto: Continua con la lettura »

RASSEGNA STAMPA

Argomenti vari 51 Commenti »

La rassegna stampa di oggi propone, con la consueta abitudine di dare voce alle testate più rappresentative dei diversi orientamenti politici e culturali, due articoli che hanno in più il pregio di poter essere confrontati per la loro diversa collocazione temporale..diciamo un quarto di secolo.

Nel primo giornale il testo è tutto sintetizzato in copertina e, direi,  non ha bisogno di ulteriori parole:

IL MALE

Del secondo giornale,  invece,  si propone solo un testo senza immagini.

E’  più complesso perché necessita di lettura , si sà, oggi come oggi è più comodo farsele dire le cose, magari da Signorini o Fede.

Buona lettura:

FAMIGLIA CRISTIANA, 23-01-2011:

Devid non è morto di freddo in piazza Maggiore, salotto buono di Bologna la “grassa”, come cantava Francesco Guccini qualche anno fa. In una società distratta, alla vigilia dell’Epifania, Devid è morto “di povertà”. A causa di politiche sociali svuotate, interrotte. Anzi, disarticolate. Un dramma che dovrebbe interrogare tutti. Ma la vicenda non sembra essere stata di monito. È passata subito nel dimenticatoio. Come si conviene per tutto ciò che comporta riflessio- ni complesse e impegnative. Continua con la lettura »

Ci siamo…

La taverna dei malfattori 22 Commenti »

Atmosfera elettrizzante ieri alla taverna dei cattivi angeli, dove il noto superciuk così esordiva:

Ci siamo. Tenetevi forte, perché sta per arrivare lo scossone. Stasera ci occupiamo di Ruby, l’angelo nero, l’angelo vendicatore. Trattasi di un momento di svolta per la repubblica italiana, la società occidentale, il sistema capitalistico. Bunga ruby resterà nei libri di Storia. Siamo allo scontro finale. L’esperimento del laboratorio Italia, fase terminale e parossistica della lunga catena strategica della società dello spettacolo, sta finendo in vacca. Prendete un adolescente malcresciuto, un immaturo pieno di soldi vinti al superenalotto (o riciclati per conto della mafia, non fa differenza).Un complessato in perenne competizione con il suo ego ipertrofico. Un disperato senza nessuno che lo ami. Un malato (col cognome che fa rima con Girolimoni). E mettetelo sul trono; dategli il quarto potere (mass media) e poi il potere legislativo, esecutivo e con la riforma prossima ventura anche quello giudiziario. Che vi aspettate, che si fermi lì? Che la bulimia si blocchi per incanto? Bunga ruby passerà alla Storia non per essere stata la causa della sua caduta, ma del suo definitivo (definitivo nell’ambito di questo sistema, beninteso) consolidamento al potere; l’insipienza dell’opposizione e dei barzotti suoi finti alleati farà il resto. Come ho già avuto modo di illustrare (qui), B. è la testa d’ariete del proletariato. Colui che in virtù delle sua manie assolutistiche porterà il sistema allo sfacelo. Infatti sono preoccupatissimi i poteri della conservazione, garanti del sistema fondato sullo sfruttamento e l’appropriazione indebita del plusvalore, i padroni fighetta (tanto fighetta quanto impotenti): confindustria, chiesa, sindacati collusi … sanno bene che si sta andando tutti quanti a sbattere, aprendo scenari orridamente imprevedibili. Quindi tentano con ogni mezzo e mezzuccio di fare fuori quella variabile impazzita che è B. e le studiano tutte per normalizzare la situazione, ben consci che un potere assoluto, scevro da opposizione, privo di un muro contro cui fare rimbalzare la palla, prelude inesorabilmente al suo rovesciamento. Ma non hanno fatto i conti con la tempra di B. Se pensano che tolga il disturbo in sordina, senza colpo ferire, si sbagliano di grosso. B. è più eversivo e destabilizzante dei black bloc, anarcoinsurrezionalisti, al qaeda messi insieme. Certo, se ne andrà alla fine B., ma col botto. Finirà B., ma non scenderà muto nel gorgo (cfr Pavese). Trascinerà con sé anche tutto il resto, tutto il contorno, tutto l’humus che ha consentito al quel fungo malato che è il berlusconismo di crescere e svilupparsi, finendo miseramente nel gorgo dello scarico di un water … Muoia B. con tutti i filistei …Il crollo sarà improvviso ma la talpa era da tempo che scavava …

E ora cantiamo tutti in coro: allonsanfan de la patrie….

L’ultracensura

Argomenti vari 1.266 Commenti »

Non basta l’autocensura di chi non vuol vedere, di chi ritiene non ci sia niente da dire o da spartire con chi invece vuol vedere e vuole dire.

Non basta la censura di chi prima ti permette di parlare e poi ti chiude la bocca perché non gli piace quello che pensi.

Non basta.

Meglio non far sapere quello che stanno leggendo quelli che fanno e decidono per noi, che,  sicuramente,  leggono e decidono meglio di noi.  E poi si sa,  è solo una macchinazione, una persecuzione contro il Sovrano dal mantello azzurro perpetrata dalle solite toghe rosse.

http://www.radio24.ilsole24ore.com/Foto/articoli/Berlusconi-Invito_a_presentarsi.pdf

Non tentate neppure di collegarvi a questo link, troppo tardi, questa è la risposta:

Spiacenti! Questo link non sembra essere funzionante.

Ma è difficile togliere dai server di ogni dove i file che chi ha a cuore libertà e democrazia invia  affinché ognuno che abbia interesse a sapere e capire possa informarsi.

Qui per esempio:

http://www.slideshare.net/223344112233/berlusconi-invito-apresentarsi-6617675

Interessanti le foto delle banconote da 500 euro sequestrate ad una extracomunitaria,  una di quelle che già per il fatto di essere in Italia dovrebbe già essere colpevole secondo le meravigliose leggi.

Vero, Maroni?

Tutto a posto! Affido, disbrigo ed intrigo….

Sono a pagina 91.

Questa sera, a casa vostra, in tutta tranquillità, invece che farvi spiegare da Santoro,  Floris,  Minzolini,  Fede o peggio ancora dal Sultano come stanno le cose, dateci un’occhiata…sempre che oltre alle ampie vedute abbiate anche l’ampia banda.

Juliano Assaggio

Solo fango e menzogne!

Argomenti vari 29 Commenti »

Non vorrete credere a queste cose qui?!

http://www.radio24.ilsole24ore.com/Foto/articoli/Berlusconi-Invito_a_presentarsi.pdf

Sentitevi invece le opinioni di gente seria, gente che gli italiani hanno votato e scelto per essere governati, come la Santanché e la Gelmini:

http://www.radio24.ilsole24ore.com/listaprog.php

(Radio24, La Zanzara del 18-01-2011)

Emendamento 1707

Argomenti vari 43 Commenti »

Si erano inventati un emendamento proprio carino.
Zitti zitti, nel disegno di legge sulle intercettazioni avevano infilato l’emendamento 1.707, quello che introduceva il termine di “Violenza sessuale di lieve entità” nei confronti di minori.

Firmatari, alcuni senatori di Pdl e Lega che proponevano l’abolizione dell’obbligo di arresto in flagranza nei casi di violenza sessuale nei confronti di minori, se – appunto – di “minore entità“.
Senza peraltro specificare come si svolgesse, in pratica, una violenza sessuale “di lieve entità” nei confronti di un bambino.
Dopo la denuncia del Partito Democratico, nel Centrodestra c’è stato il fuggi-fuggi, il “ma non lo sapevo”, il “non avevo capito”, il “non pensavo che fosse proprio così” uniti all’inevitabile berlusconiano “ci avete frainteso”.
Poi, finalmente, un deputato del Pd ha scoperto i firmatari dell’emendamento 1707.
Annotateli bene:
sen. Maurizio Gasparri (Pdl),
sen. Federico Bricolo (Lega Nord Padania),
sen. Gaetano Quagliariello (Pdl),
sen. Roberto Centaro (Pdl),
sen. Filippo Berselli (Pdl),
sen. Sandro Mazzatorta (Lega Nord Padania) e il
sen. Sergio Divina (Lega Nord Padania).

Per la cronaca, il sen. Bricolo era colui che proponeva il “carcere per chi rimuove un crocifisso da un edificio pubblico” (ma non per chi palpeggia o mette un dito dentro ad una bambina);

il sen. Berselli è colui che ha dichiarato “di essere stato iniziato al sesso da una prostituta” (e da qui si capisce molto…);

il sen. Mazzatorta ha cercato di introdurre nel nostro ordinamento vari “emendamenti per impedire i matrimoni misti”;

mentre il sen Divina è divenuto celebre per aver pubblicamente detto che “i trentini sono come cani ringhiosi e che capiscono solo la logica del bastone” (citazione di una frase di Mussolini).

Complimenti alle carogne.

tutte le donne del presidente

Società 54 Commenti »

Ieri pensavo a come poter scrivere in poche righe qualche commento sul nostro amato presidente. pensavo a quel decadimento politico che tutti noi vediamo, sotto i nostri occhi, tutti i giorni, e di cui nessuno sembra preoccuparsi piu’ di tanto. 

Pensavo a quanto mi faccia male, come donna, vedere “l’utilizzatore finale” giocare invece che con la x-box con persone in carne ed ossa, ragazze buttate li’ come merce di scambio, come trastullo del potere.
Pensavo a quanto sia umiliante e scoraggiante vedere quegli spettacolini e tutte quelle donnine che si assicurano l’avvenire (?) facendo pompini a pagamento. 
Certo, qualcuno dira’: sono consenzienti!
Ma si puo’ davvero essere definiti consenzienti quando la societa’ tutta intorno sembra non proporre alternative valide? quando i modelli proposti e figurati come vincenti, come giusti, non sono altro che letterine, meteorine e grandi-fratelline? quando vediamo sotto i nostri occhi tutti i giorni gli studenti e i precari che protestano perche’ si sono fatti il culo per avere qualcosa e vengono poi lasciati con un pugno di mosche?
Insomma: quale esempio stanno dando gli adulti alle giovani generazioni?
Gli stessi adulti poi che si lamentano del fatto che i giovani non hanno valori e via dicendo… Potrebbero per cortesia farsi un esame di coscienza e chiedersi quanto peso hanno in questo decadimento culturale?

Rubo un pensiero di Concita De Gregorio:
“Ancora una volta, il baratro non è politico: è culturale. E’ l’assenza di istruzione, di cultura, di consapevolezza, di dignità. L’assenza di un’alternativa altrettanto convincente. E’ questo il danno prodotto dal quindicennio che abbiamo attraversato, è questo il delitto politico compiuto: il vuoto, il volo in caduta libera verso il medioevo catodico, infine l’Italia ridotta a un bordello.”

Bene, a parere mio il decadimento non e’ di questo quindicennio. E’ cominciato piano piano con i primi spettacolini alla “Drive in”: culi e tette in primo piano per il trastullo dell’uomo.. (e, guarda caso, l’ideatore e’ sempre lo stesso). Certo, la prostituzione e’ sempre esistita, e’ il mestiere piu’ vecchio del mondo… ma non era mai stata proposta come modello sociale! e non e’ questione da poco.. non era mai stata messa in tv tutti i giorni e a tutte le ore.. soubrette vestite sadomaso, da infermierine, da scolarette… che agitano il culo all’ora di cena.

E mai nessuno che si sia posto il problema della dignita’ delle donne e degli uomini e della societa’ tutta.

 

 

Cristina

Silvio non sapeva…

Argomenti vari 941 Commenti »

…che Ruby non era maggiorenne. Sapeva solo che io sono maggiorata:

http://www.ansa.it/web/notizie/photostory/primopiano/2011/01/18/visualizza_new.html_1619183793.html?idPhoto=1

la mia prima volta…

Argomenti vari, Viaggi 1.575 Commenti »
 

P.S. : avrei voluto inserire una foto a completamento di questa “prima volta” ma il PC è lentissimo non risponde quando clicco su “aggiungi immagine”, o forse ho bisogno di altre spiegazioni   :-(   Ci riprovo un’altra volta, per oggi mi accontento così. Ciao a tutti!   

Buongiorno a tutti, eccomi finalmente a scrivere qualcosa di mio, giusto per inaugurare il neonato DI TUTTO DI PIU’.
Non mi dilungherò a commentare l’oscuramento del vecchio FORUM, dico solo che SONO ANCORA INCREDULA, oltre che ARRABBIATA e MOLTO DELUSA (come del resto tutti voi) e che sono comunque felice della reazione scaturita da questo gesto vergognoso!
Bene, torniamo alla mia prima volta…  qualcosa di “soft”, niente politica, niente polemiche, un ricordo del mio recente viaggio a Londra di un luogo che mi è rimasto nel cuore.  Ci provo grazie a Francesco che con infinita pazienza mi ha spiegato passo passo come fare, come si fa con i bambini…
 
la mia prima volta alla TATE MODERN - istruzioni per l’uso
 
dopo i viaggi a Londra effettuati sempre durante le vacanze natalizie di questi ultimi 3 anni, ho finalmente convinto (o forse costretto…?) la mia famiglia a seguirmi alla Tate Modern, la scusa ufficiale è state vedere la mostra (temporanea) di Gauguin, mentre le mie intenzioni andavano oltre… in effetti la Tate l’abbiamo girata un po’ tutta da cima a fondo, dal piano terra fino al settimo, e devo dire che al di là delle opere che accoglie, se ne può discutere, possono piacere o no, si possono capire o meno… ho trovato il luogo straordinariamente ricco di arte e cultura e molto molto diverso da altri musei o gallerie tradizionali viste finora (che non sono poche) in quanto dinamico, accogliente e informale.
La Tate Modern sorge imponente lungo il Tamigi, collegata alla sponda opposta dal Millennium Bridge, proprio di fronte a St Paul’s Cathedral. La galleria occupa tutta la costruzione della Bankside Power Station, la vecchia centrale termoelettrica di Londra inaugurata nel 2000 dopo la riconversione a spazio museale. Conserva ancora il camino centrale - alto 99 metri, la Turbine Hall - ex sala delle turbine in cui è stato ricavato l’impressionante atrio d’ingresso, e i 5 piani serviti da scale mobili ed ascensori su cui si articola ora l’esposizione. L’ingresso è gratuito per visitare la permanente, a pagamento per le mostre temporanee.
 Girare per quelle sale mette a proprio agio, mi sono sentita quasi a casa, nonostante fossi circondata da opere (collezione permanente) di tutti i grandi degli ultimi 100 anni. Per citarne qualcuno più famoso: Picasso, Matisse, poi l’arte surrealista di Dalì e Magritte, e Pollock e Rothko per l’espressionismo astratto, poi la Pop Art tra le cui opere quelle di Andy Warhol, e poi, e poi… tanto altro ancora!

Per chi vuole approfondire o vuole un aiuto per… guardare meglio   8-)     sono disponibili speciali audioguide per adulti e per bambini che spiegano molte opere con il contributo di artisti e critici. Inoltre, volendo, l’intera collezione della galleria è catalogata on-line, e c’è anche uno speciale tour multimediale disponibile sul sito web della Tate Modern che permette di visualizzare il luogo in anteprima per intero prima di andarci.

Sono convinta che anche chi non si intende di arte moderna o non  ne è particolarmente interessato, data la grande quantità di opererande in mostra, anche se non sentirà l’esigenza di vedere ogni singolo pezzo,  potrà comunque liberamente girovagare e vedere solo quello che cattura il proprio occhio. È probabile imbattersi in qualcosa di interessante per lo meno, e forse troverete qualcosa che vi lascerà a pensare di aver visto una creazione davvero notevole…    

Ciliegina sulla torta è il settimo ed ultimo piano, dove si trova il ristorante che vi consiglio vivamente,  anche solo per mangiare un boccone veloce. Impossibile perdersi la vista mozzafiato sul Tamigi, la Cattedrale di Saint Paul e la City che si gode dalle grandi vetrate (in estate si esce anche in terrazza). Proprio una meraviglia, i prezzi non sono esagerati e non si mangia poi nemmeno male!  :-)

 
Beh, mi auguro che queste mie poche righe abbiano suscitato almeno un pochino di curiosità e voglia in chi di voi non ci sia già stato di recarsi alla Tate Modern, la prossima volta che andrà a Londra…   ;-)

Sì ai diritti, no ai ricatti

Argomenti vari 1.037 Commenti »

Un sindaco Fiom per Torino. Le opposizioni dovrebbero riconoscere nel sindacato un alleato contro il berlusconismo

dimenticanza …

Argomenti vari 419 Commenti »

Avete notato? Manca un passaggio nell’autodifesa via video del nostro caro leader: si è dimenticato di giurare sulla testa dei suoi figli e nipoti di non avere mai avuto rapporti sessuali con la minorenne. Provveda al più presto signor presidente, altrimenti qualche cittadino potrebbe non crederle …

MERCATO E DEMOCRAZIA

Argomenti vari 30 Commenti »

CAMERA

mercato

SENATO

mercato

Friedrich von Hayek

Referendum

Argomenti vari 58 Commenti »

VOLETE VOI LAVORARE DI PIU’ E GUADAGNARE DI MENO O PREFERITE RIMANERE SENZA LAVORO E SENZA PROSPETTIVE DI TROVARNE UN ALTRO?

Prima di rispondere pregasi leggere breve estratto di atto notarile relativo ad eredità Agelli:

….nell’accordo del 2004 all’articolo VI si stabilisce che «Madame Y» (cioè Margherita) «si impegna a versare … un importo netto di (omissis) tutti i mesi a (omissis) (la Società)». Sono i soldi (770 mila euro mensili) che Margherita gira alla madre in contropartita dell’usufrutto su una lunga serie di beni. Ma, appunto, a incassare il vitalizio (9,2 mi­lioni di euro annui) non è Marella diretta­mente ma una società, tuttora sconosciuta…

Qui copia originale del documento

http://www.corriere.it/cronache/09_settembre_02/accordo_agnelli.pdf

Ultim’ora news

Argomenti vari 43 Commenti »

Primi contraccolpi nel commercio italo-brasiliano in seguito alla mancata estradizione di Battisti: il nostro premier annuncia che intende bandire dai suoi festini ogni troia brasiliana.

Qui Herat, a voi Sanremo

Argomenti vari 6 Commenti »

Solo l’ennesimo lutto che ha colpito il nostro contingente militare in Afghanistan ha potuto evitare l’ennesima prova di cattivo gusto che sempre più spesso i nostri governanti ci offrono. Sarebbe stato previsto infatti per il giorno dell’Epifania uno spettacolo da offrire ai 1700 soldati impegnati ad Herat, si pensava di trasferire qui, per un giorno, lo staff che presenterà Sanremo (Gianni Morandi, Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis), ma l’evento luttuoso dell’ultimo dell’anno ha fatto saltare tutto. Forse per il ministro insalata La Russa mescolare lustrini, paillettes alla polvere afghana porta allegria e gioia oltre  che a spensieratezza e sollievo.  Ma davvero si può pensare di fare in questa maniera un regalo gradito a dei ragazzi che in estreme condizioni rischiano la pelle tutti i giorni?  Sicuramente sì, se si ha l’arroganza e la presunzione di sapere cosa “debba” desiderare la gente.

CONDANNATO IL POLIZIOTTO STUPRATORE

Argomenti vari 1 Commento »

CIE MILANO: SETTE ANNI DI CARCERE AL POLIZIOTTO STUPRATORE

E’ stato condannato a 7 anni e 2 mesi di reclusione, con rito abbreviato, il poliziotto accusato di aver violentato una persona transgender di nazionalità brasiliana, quando era in servizio nel Centro di identificazione ed espulsione milanese di via Corelli.

Lo ha deciso il gup di Milano Gaetano Brusia. Stando alle indagini del pm Stefania Carlucci, il poliziotto, Mauro Tavelli, nel 2009 avrebbe costretto la persona trasgender ad un rapporto orale in un ufficio all’interno del Cie, con la promessa di usare il suo potere per farlo uscire. L’agente è stato condannato per i reati di violenza sessuale, concussione, atti osceni, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e della prostituzione.

Secondo l’accusa, il poliziotto, che era finito in carcere lo scorso giugno, avrebbe anche affittato un appartamento in zona Cenisio a Milano, che veniva utilizzato da alcuni transessuali per prostituirsi. Inoltre, in fase di indagini, anche altri reclusi nel Cie avevano denunciato di aver subito tentativi di violenza. Il pm aveva chiesto per lui una pena di 11 anni e 5 mesi, ma il giudice lo ha assolto dalle accuse di sfruttamento della prostituzione e molestie.

 

http://www.radiondadurto.org/blog/2010/12/28/cie-milano-sette-anni-di-carcere-al-poliziotto-stupratore/

DI TUTTO, DI PIU’ – DISCUTIAMO INSIEME

Argomenti vari 2.667 Commenti »

E ci siamo, ragazzi.


WordPress Theme & Icons by N.Design Studio. WPMU Theme pack by WPMU-DEV.
Entries RSS Comments RSS Accedi